Quotidiani sportivi: La Gazzetta dello Sport

Quotidiani sportivi: La Gazzetta dello Sport

Quotidiani sportivi: La Gazzetta dello Sport

Quotidiani sportivi: La Gazzetta dello Sport

Informazioni sportive con continui aggiornamenti sulla Gazzetta dello Sport!

Tante informazioni su calcio, automobilismo, motociclismo, ciclismo, basket, rugby, tennis, pallavolo, sci e altri sport invernali

Sul sito è inoltre possibile leggere la prima pagina del quotidiano in edicola

Video: Pubblicità della Gazzetta dello Sport


Potrete anche vedere i video dei gol della vostra squadra di calcio:

i gol della Juventus
i gol del Milan
i gol dell’Inter
i gol della Roma
i gol del Catania
i gol del Torino
i gol della Lazio
i gol del Napoli
i gol del Lecce

La storia della Gazzetta dello Sport [fonte Wikipedia]
La Gazzetta dello Sport nasce il 3 aprile 1896 (un venerdì) dalla fusione di due giornali sportivi, il settimanale Il Ciclista di Eliso Rivera (con sede a Milano) ed il bisettimanale La Tripletta [1] di Eugenio Camillo Costamagna (con sede a Torino), nati l’anno precedente.

L’editore è Edoardo Sonzogno, lo stesso del Ciclista. La redazione è ospitata nei locali forniti da Sonzogno, in via Pasquirolo a Milano. A fare il giornale sono in tutto cinque persone:

* Eugenio Camillo Costamagna,
* Eliso Rivera
* A. C. Blache, redattore capo,
* Enrico Tarlarini, redattore e segretario di redazione,
* Gino Tavecchia, redattore.

Il giornale esce a cadenza bisettimanale. Le prime edizioni sono stampate su carta verde chiaro, su quattro pagine, a un costo di 5 centesimi di lire. La prima pagina è di 5 colonne.
Nella prima pagina del numero 1 tutti i titoli appaiono su una sola colonna e riguardano un solo sport: il ciclismo, lo sport più importante dell’epoca. Non ci sono fotografie.

Il giornale ha due testate: La Gazzetta dello Sport in alto e Il Ciclista e la Tripletta come sottotestata. Sul numero uno compare l’indicazione “Anno II – N. 1 (28)”. Il motivo è spiegato dagli stessi fondatori: Veramente il nostro non fu un vero primo numero perché esso è la continuazione della ben nota «Tripletta di Torino» ed è nello stesso tempo un supplemento del «Ciclista», l’elegante rivista che è al suo secondo anno di vita e continua con buon esito le sue settimanali pubblicazioni.

Le pagine interne del giornale coprono tutti gli sport che si praticano in Italia: la Gazzetta è il primo giornale del Paese a trattare tutti i rami dello sport: oltre al ciclismo, al trotto e al galoppo, compaiono podismo (chiamato all’epoca “sport pedestre”), caccia, scherma, canottaggio, tiro a segno, tiro al piccione, atletica leggera, lotta, vela e tennis. La prima tiratura è di 20.000 copie.

La Gazzetta dello Sport oggi
Il 16 dicembre 2004 La Gazzetta ha abbandonato per un giorno il suo classico colore rosa ed è stato stampato su carta verde per promuovere l’uscita nelle sale italiane del film Shrek 2. Il ricavato di questa operazione di marketing, pari a 120.000 euro, è andato in beneficenza.

Il 10 luglio 2006, il giorno dopo la vittoria della nazionale di calcio italiana nei mondiali di calcio 2006, la tiratura del giornale ha battuto il record italiano precedente (che apparteneva sempre a La Gazzetta) con l’incredibile cifra di 2 302 808 copie.

Il 29 marzo 2008, il giornale, seguendo una tendenza generalizzata della stampa italiana, cambia formato diventando tabloid. Oltre alla riduzione delle dimensioni si registra l’inserimento del colore in tutte le pagine.

Attualmente La Gazzetta viene teletrasmessa in 6 centri stampa in Italia e in 3 all’estero, ed i dati di diffusione 2006 la confermano primo giornale italiano per numero di lettori (circa 3 600 000 ogni giorno).

La Gazzetta dello Sport, di domenica, assume la denominazione La Gazzetta Sportiva, in ossequio ad un’antica legge che impediva ad un quotidiano di uscire per più di 6 giorni alla settimana. Oggi tale legge non esiste più ma la tradizione è rimasta.

.
Il sito ufficiale della Gazzetta dello Sport: www.gazzetta.it

Tags: , ,

prestiti online mutui